You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.

Business Intelligence: scegliere le giuste piattaforme per ecommerce

business intelligence

Che peso ha la scelta della piattaforma giusta per un ecommerce?

Quanto sono importanti gli strumenti di Business Intelligence per uno store online?

Potremmo dire che sono vitali: senza il tool giusto si rischia di perdere soldi e tempo su dati e informazioni che non sono utili per il progetto.

La Business Intelligence platform viene utilizzata per l’analisi dei dati, la loro gestione e la visualizzazione

Le aziende che per la prima volta considerano l'idea di aprire un ecommerce devono valutare i giusti strumenti da usare per una corretta gestione dello store e dei processi che portano alle vendite. 

Anche coloro che già vendono online, però, potrebbero trovarsi nella situazione di dover valutare gli strumenti in uso per capire se sono davvero adatti per il proprio progetto di business. 

Il miglioramento continuo è una costante di qualsiasi realtà. La necessità infatti è la stessa: raccogliere grandi quantità di dati per il business in modo che le aziende riescano ad avere una visione generale e che contemporaneamente costituiscano la base per prevedere possibili condizioni future. 

Per stare al passo con quanto accade sul proprio ecommerce è quindi necessario scegliere gli strumenti di Business intelligence giusti, che possono aiutare le aziende a prendere decisioni migliori mostrando i dati presenti e storici nel loro contesto aziendale.Tramite questi strumenti è possibile visualizzare performance e benchmark dei concorrenti ma anche capire le tendenze del mercato per aumentare le vendite o le entrate

Come si sceglie una piattaforma di questo tipo? Bisogna analizzare il progetto di business nello specifico, capire quali sono gli obiettivi a breve e lungo termine, avere un quadro preciso dei potenziali (o attuali) clienti e incrociare queste informazioni con una lunga lista di strumenti.

B2B ecommerce nuovi trend

 

Scopri subito i migliori strumenti di business intelligence del 2021


Business intelligence e Platform requirement: la scelta della piattaforma giusta per ecommerce

La scelta della giusta piattaforma (Platform Requirement) è essenziale per il proprio ecommerce. Da qui la necessità di scegliere il software più "giusto" per le proprie esigenze. Un'azienda infatti potrebbe trovare più efficace un tool piuttosto che un altro, in funzione delle caratteristiche intrinseche dell'ecommerce.

Le piattaforme di Business Intelligence offrono informazioni, report e statistiche che consentono alle aziende che le sanno interpretare correttamente di rimanere competitive sul mercato. Ecco perchè avere qualcuno che accompagni le aziende nella guida del software è fondamentale: la scelta non può essere dettata solo dal budget o dalla facilità di utilizzo. In Hostinato, ad esempio, conosciamo le piattaforme più performanti del mercato e sappiamo contestualizzarle per ogni progetto.

Piattaforma ecommerce

Non ci sono piattaforme universalmente valide per tutti, ci sono solo piattaforme adatte o meno ad uno specifico ecommerce. Certamente la soluzione giusta per ogni organizzazione deve essere flessibile, facile da usare e dovrebbe aiutare a raggiungere gli obiettivi specifici di quella realtà. Possiamo però individuare 5 caratteristiche chiave di una piattaforma di Business intelligence.

1) Accessibilità e scalabilità 

Il software ideale di Business Intelligence dovrebbe consentire l'accesso in qualsiasi momento, oltre a essere scalabile per l'espansione futura dell'azienda. Queste funzionalità non solo migliorano la connettività e la facilità d'uso, ma aumentano anche l'efficienza e la produttività per le operazioni di un'azienda. Ecco perché una soluzione basata su cloud è preferita tra le aziende di oggi in quanto consente la navigazione multi-dispositivo ovunque e in qualsiasi momento.

2) Facilità di utilizzo

Uno strumento di Business Intelligence deve rendere la vita più semplice, non complicarla. Per questo motivo la dashboard deve essere intuitiva così come la sua navigazione. Un'azienda, poi, è formata da tante persone differenti con capacità di adattamento diverse quindi è molto più probabile che una tecnologia facile da usare venga accettata e utilizzata tra tutte loro.

3) Multifunzionalità

Uno strumento di Business Intelligence deve supportare l'azienda su più livelli, in ogni fase del processo di vendita, dalla ricezione alla chiusura di una vendita. Deve comprendere pertanto funzionalità volte a spingere le vendite ma anche dare l'opportunità di seguire il processo di vendita prima e oltre l'acquisto.

4) Personalizzazione e reportistica

Come abbiamo scritto, la base di uno strumento di business intelligence è l'analisi dei dati. I reparti di un'azienda però hanno bisogno di informazioni differenti quindi è importante che il software utilizzato consenta una personalizzazione e una navigazione modificabile in base alle esigenze. 

5) Integrazioni con parti terze

Non tutti gli strumenti di Business Intelligence consentono di avere visibilità su tutti i dati che coinvolgono l’ecommerce e potresti aver bisogno di un altro strumento per integrare queste mancanze. Quindi è importante che ci sia la possibilità di fare una integrazione con parti terze. Ad esempio, grazie alla sincronizzazione tra uno strumento di gestione dei contatti e le piattaforme dei social media, gli utenti possono avere una visione completa dei dati provenienti da varie fonti per gestire al meglio i clienti.

 

I migliori strumenti di business intelligence del 2021

La scelta corretta dello strumento di Business Intelligence vuol dire una cosa: avere un forte vantaggio competitivo. "Fare le cose fatte bene" vuol dire prendere sul serio il proprio progetto e darle l'opportunità di avere successo. Oggi ci sono tanti software e piattaforme che consentono di fare questo, di individuare e monitorare le tendenze dei dati esterni ed interni e di avere sempre sotto controllo ciò che accade sul proprio store online.

Negli anni sono nate tante piattaforme diverse, tutte però con lo stesso obiettivo: quello di automatizzare, il più possibile, un processo che fino a qualche tempo fa era fatto a mano o con il solo supporto di un foglio Excel. Ora ci sono dei software apposta che consentono di integrare dati e analizzarli in profondità.

Un esempio? Power BI è lo strumento di Business Intelligence di Microsoft tra i più utilizzati nel mondo, che va scaricato e usato in versione desktop (non è online) ma molto usato. Collega tra loro centinaia di fonti di dati, comprese le applicazioni Microsoft, Facebook, Sybase e Oracle e nel giro di pochi minuti è possibile ottenere un'analisi dei dati completa. Memorizza le informazioni in un cloud centralizzato, collegando tutti i dati da qualsiasi fonte, è adatta per aziende di qualsiasi dimensione e permette di visualizzare i report in tempo reale su tutti i dispositivi ed esportarli per collaborare con i colleghi.

Tanti sono i fattori vincenti di Power BI tra cui due in particolare:

  • il costo (su base annua è mediamente inferiore dell’80% alle altre soluzioni di Business Intelligence e analytics via cloud)

  • la facilità d’uso

power BI

Fonte: https://powerbicdn.azureedge.net/

Se invece cerchi una soluzione cloud, Zoho Reports è una piattaforma che può fare al caso tuo. Anche questo strumento raccoglie dati da fonti diverse e da una varietà di file come documenti di Microsoft Office, feed URL e database, altri cloud come Dropbox e Google Drive, nonché altre applicazioni come Salesforce, Quickbooks e Google Analytics. Tutti questi dati vengono lavorati e analizzati con degli algoritmi ed è possibile estrapolare il risultato in un file Excel. I dati di vendita vengono inseriti in un database cloud per creare un report informativo e il tutto è visualizzabile grazie ad una semplice interfaccia online.

Il valore principale di Zoho ContactManager sta proprio nella sua semplicità e nell'interfaccia facile da usare senza sacrificare la potenza o le funzionalità necessarie.

zoho

Fonte: https://www.zohowebstatic.com/

Cerchi qualcosa estremamente facile da utilizzare ma al contempo super potente? Qlik Sense è una piattaforma davvero semplice da usare che però sfrutta una sofisticata intelligenza artificiale e un’architettura multi cloud scalabile. Attraverso l’architettura multi cloud permette di implementare Saas e cloud privati, combinando dati più velocemente, creando delle visualizzazioni intelligenti e disegnando analisi ricche grazie al drag and drop. Può essere utilizzata anche da coloro che non hanno particolari competenze in materia, mentre i più esperti possono ricorrere a Python per riuscire a lavorare sui casi più complessi.

Anche se non è conosciuto come i primi due, Qlik conta su una forte vision di prodotto in termini di tecniche di augmentation ML e AI driven, su una elevata flessibilità di implementazione che è, infatti, possibile on premise, con i principali cloud provider, in ambienti ibridi, multicloud eccetera.

Qlik

Fonte: https://www.qlik.com/

Prestashop è lo strumento che fa per te? Scoprilo qui


Business Intelligence: scegliere il giusto CRM per il tuo ecommerce

La comunicazione multicanale è resa molto più efficace se abbinata a un database centralizzato contenente informazioni su clienti e ordini. L'integrazione della tecnologia CRM può aiutare a tenere le fila del tutto e la scelta del CRM giusto va fatta in funzione del tipo di business dell'azienda in questione.

Quando supportato da un CRM, l'ecommerce lavora in modo da offrire un'esperienza cliente più fluida e conveniente, che si traduce direttamente in un aumento delle vendite. Del resto un CRM è un software che aiuta a gestire le interazioni tra il tuo negozio e i tuoi clienti, un potente strumento progettato per risparmiare tempo e facilitare la comunicazione, offrendo ai tuoi clienti servizi di alto livello e soluzioni intuitive alle sfide che devono affrontare durante lo shopping.

Un tipico sistema CRM include:

  • un database contatti;

  • opzioni di supporto tecnico;

  • strumenti di marketing;

  • strumenti organizzativi per il tuo team di supporto.

L'integrazione resa possibile da questi strumenti con gli ecommerce si traduce nella possibilità offerta ai clienti di seguire gli ordini, monitorare la spedizione, tenerli informati sui cambiamenti di stato, trasmettendo le informazioni che li riguardano ai rivenditori.

Come scegliere un CRM? Siamo un po' di parte, lo ammettiamo, ma adoriamo Hubspot. Non potrebbe essere altrimenti, vista la vasta gamma di funzionalità e la scalabilità intrinseca a questo strumento. HubSpot CRM è una piattaforma che consente ai team di vendita, di marketing e ai commerciali di avere dati e informazioni aggiornate e utili per la propria attività.

InMail-1024x698

Se dovessimo riassumere i benefici di questa piattaforma, eccone 5:

  1. offre una soluzione di Business Intelligence e analisi;

  2. raccoglie dati da diverse fonti;

  3. offre uno spazio di multi cloud;

  4. fornisce un’interfaccia semplificata per gestione e raffigurazione dei dati;

  5. consente calcoli analitici avanzati.

Lo abbiamo scelto per noi e i nostri clienti perchè a livello di semplicità e User Experience non ha eguali. 

 

Hostinato partner Hubspot

 

Un altro software che merita di essere menzionato, di cui avrai sentito parlare è Salesforce, uno dei CRM più famosi nel campo, che offre, per gli ecommerce, una suite SaaS, perfetta per le piccole e medie imprese, SalesforceIQ. Salesforce rappresenta il CRM cloud per eccellenza, sia per la sua diffusione sul mercato che sul fronte dell’innovazione, come nel caso delle funzioni offerte da IoT Cloud, che consentono di acquisire dati a livello dei dispositivi IoT e analizzarli in cloud grazie alle funzioni di Advanced Analytics di cui la piattaforma dispone.

In particolare il modulo Salesforce Sales Cloud consente agli utenti di importare dati di clienti e aziende da fonti interne ed esterne, ampliando il database a disposizione dell’azienda. Gli strumenti di previsione delle vendite, oltre a tenere traccia delle attività dei clienti, possono monitorare l’operato e il rendimento dei team di vendita, con una visibilità in tempo reale dalla dashboard.

Salesforce Sales Cloud

Fonte: https://www.salesforce.com/

Una delle caratteristiche dei CRM più usati è quella di rendere possibile una grande varierà di attività che vanno ben oltre la gestione del dato del cliente. Ad esempio, Zoho offre un’ampia gamma di software in cloud che si integrano nativamente tra loro: puoi utilizzarlo per l’amministrazione (gestione ciclo attivo e passivo, gestione finanziaria), per il marketing (newsletter ecommerce, chat interattiva), per il commerciale (con casella di posta per la vendita), per il post-vendita (gestione ticket di assistenza), per le risorse umane (gestione del personale), per la gestione commesse (project management).

zoho crm

Fonte: https://www.zohowebstatic.com/

Un altro gigante CRM è Microsoft Dynamics 365, la cui suite è supportata da un enorme ecosistema di applicazioni che consente di integrarsi con soluzioni di terze parti così si integra con qualsiasi sistema aziendale B2B e B2C. Consente di generare un’ampia varietà di insight, automatizzare attività di marketing multichannel, monitorando le interazioni dei clienti per intercettare le loro preferenze e personalizzare le campagne di contatto.

Grazie all’integrazione nativa con Power BI è possibile abilitare un’attività di Business Intelligence molto profonda, per generare report semplici ed intuitivi anche analizzando enormi quantità di dati strutturati.

Dybamics

Fonte: https://dynamics365cdn.azureedge.net/

Sei i "grandi" del mondo CRM ti spaventano e la tua realtà invece ha dimensioni più ridotte, un CRM che potrebbe fare al caso tuo è Act. I team possono gestire una pipeline di vendita, tenere traccia delle interazioni con lead e clienti esistenti e accedere agli strumenti di email marketing da un'unica piattaforma.

act crm

Fonte: https://www.act.com/

SAP invece offre una soluzione SaaS orientata al customer engagement e all’e-commerce, organizzata in una serie di moduli su una piattaforma che dispone inoltre di un social media dedicato e di vari strumenti di analytics. In particolare le funzioni social CRM (SAP Jam) e e-commerce (SAP Hybris Commerce Cloud) consentono un approccio innovativo nella creazione del customer journey.

SAP

Fonte: https://softwareconnect.com/

Nel caso in cui la tua attività sia medio-piccola, invece, Maximizer è una buona opzione. Questo CRM, sul mercato da oltre 25 anni, offre strumenti ai team di supporto, marketing e vendite, che così possono interagire con i clienti in modo più efficace. È una soluzione semplice, accessibile e adattabile, che tiene in memoria la cronologia completa e aggiornata dei clienti, con accesso tramite desktop e dispositivi mobili. Il database è interno così da offrire maggiore controllo sui dati e renderlo sicuro e facilmente accessibile.

maximizer

Fonte: https://embed-fastly.wistia.com/

Business Intelligence e sviluppo: Prestashop per ecommerce

Quando parliamo di piattaforme ci riferiamo anche a quelle che consentono di realizzare l’ecommerce stesso, Prestashop è una piattaforma tra le più usate dalle aziende per una serie di caratteristiche che la rendono versatile ed efficiente su più livelli. Infatti è uno strumento flessibile e configurabile adatto per progetti professionali che richiedono una conoscenza più avanzata su come si sviluppa un sito ma anche per chi ha un progetto di vendite online e poco budget a disposizione.

 

book Hostinato  LEGGI LA NOSTRA GUIDA SU PRESTASHOP

La creazione del sito è facile e veloce, ma anche i professionisti possono personalizzarlo in maniera dettagliata, la gestione avviene tramite una dashboard in cui sono presenti tutte le statistiche relative all'attività, trasformandolo in uno valido strumento di analisi. 

La facilità di Prestashop non si limita alla customizzazione della grafica ma si estende anche alla gestione di magazzino, inventario e prodotti. Questi ultimi possono essere raggruppati illimitatamente in categorie e sottocategorie e gli ordini vengono notificati da una email dettagliata. Non servono quindi altri gestionali, perchè potenzialmente Prestashop permette di avere una chiara idea di cosa accade nel proprio store dalla stessa dashboard.

Puoi gestire le scorte tracciando l'inventario di ogni prodotto, puoi aggiungere i fornitori e associarli ai prodotti, così come i produttori, che puoi avere sotto controllo con una panoramica navigabile per filtri.

Prestashop è indicato anche se l'ecommerce fa capo a più negozi sul territorio grazie alla funzionalità del multishop. Puoi gestire più negozi dallo stesso back office, molto utile per chi ha più sedi o appunto negozi come i grandi rivenditori, che desiderano posizionarsi contemporaneamente in diversi settori o nicchie professionali.

Ecco 9 validi motivi per usare Prestashop.

  1. È semplice da usare,

  2. Personalizzabile nei minimi dettagli,

  3. Ha una community attiva su cui contare in caso di problemi,

  4. Pannello di controllo molto semplice,

  5. Strumenti di Marketing già integrati per gestire sconti, spedizioni e i rapporti con il cliente,

  6. È SEO friendly,

  7. Rende un sito veloce e flessibile,

  8. Ha molti componenti aggiuntivi (moduli) che assicurano ottime prestazioni,

  9. È in continua evoluzione grazie ad aggiornamenti continui.

Conclusioni

Come abbiamo visto quindi la Business Intelligence è un processo tecnologico che tramite l'uso degli strumenti giusti permette di analizzare i dati affinchè un'azienda possa prendere le giuste decisioni. Di conseguenza, l'identificazione degli strumenti più adatti per un progetto di vendite online permette di avere un quadro dettagliato dei dati presenti e storici nel contesto aziendale. Chi si occupa di gestione dell'ecommerce può sfruttare la Business Intelligence per fornire performance e benchmark dei concorrenti per far funzionare l’organizzazione in modo più fluido ed efficiente. Allo stesso tempo, si ha un overview delle tendenze del mercato per trovare le strategie più efficienti per aumentare le vendite o le entrate. 

Per scegliere lo strumento di Business Intelligence più adatto per un'azienda,innanzitutto occorre considerare che la piattaforma dovrebbe adattarsi alla tecnologia attuale e all’innovazione dei suoi utenti. La scelta, oltre a tenere conto del budget aziendale, dovrebbe essere fatta in relazione alla previsione futura della crescita aziendale, maggiore sarà la crescita, maggiore sarà importante avere a disposizione gli strumenti giusti. 

La soluzione adatta ad ogni organizzazione deve essere quindi flessibile, facile da usare e con focus sul raggiungimento di specifici obiettivi.

 

Ora che conosci quali sono gli strumenti per la Business Intelligence puoi lanciare il tuo progetto!

Cerchi un team specializzato che sappia aiutarti? In Hostinato ci occupiamo proprio di questo! Puoi contare su professionisti che ti seguiranno in modo dedicato e preciso per assicurarti la buona riuscita della tua strategia di vendita B2B e lo sviluppo della tua piattaforma ecommerce.

 

contattaci

 

Lascia tu il primo commento al nostro articolo