You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.

Google Analytics per analisi dati ecommerce

Google Analytics per analisi dati ecommerce

Sai come fare un’analisi dati ecommerce?

Usi Google Analytics?

I dati sono importanti, perchè ti permettono di capire se la tua strategia sta funzionando o meno. Solo analizzando il traffico, le azioni generate e la tipologia di pubblico che stai attraendo puoi decidere come muoverti. Ecco tutto quello che devi sapere su Google Analytics!

Guarda e/o ascolta il nostro Blog Post

 

Google Analytics è lo strumento gratuito che può aiutarti a capire come investire, ma sono se fai un’analisi dati ecommerce puntuale e precisa.

Un tool di analisi come Google Analytics è utile per analizzare i dati di vendite e clienti. Possiamo dire che senza si perdono informazioni preziose sul traffico organico e a pagamento generato naturalmente o grazie alle Ads.

🎯 Scopri chi utilizza Analytics per analizzare la tua strategia: l'Ecommerce Manager 

 

Grazie a Google Analytics è possibile fare un’analisi dati ecommerce individuando i punti di forza e di debolezza di ogni pagina, non solo della Homepage. I dati sono completi e puntuali e danno una fotografia chiara del tipo di traffico generato sul tuo ecommerce. 

Puoi quindi avere informazioni sul pubblico che segue il tuo sito, il loro comportamento in termini di azioni e le fonti quindi i canali da cui provengono.

New call-to-action

Come agganciare Google Analytics all'ecommerce.

Per usare Google Analytics serve solo un account Google accedendo a https://accounts.google.com/SignUp. In questo modo sarà possibile entrare nella piattaforma https://analytics.google.com/ da loggati ma anche usare tutti gli altri servizi Google a disposizione. A quel punto, bisogna associare l’account Google al proprio sito e viene generato un codice di monitoraggio da inserire nell’ecommerce. 

Ogni CMS ha delle modalità diverse di integrazione del codice: ad esempio, nel caso di Wordpress è possibile inserirlo nell’html del sito o usare un plugin, nel caso di Prestashop si può fare con un plugin che si chiama GAnalytics, un modulo free che ha appunto l'obiettivo di integrare Google Analytics all'interno delle pagine del tuo CMS.

Di solito ci vogliono 24 ore per vedere i primi dati di traffico, che non sono retroattivi e partono dal momento in cui è stato installato il codice. Questo significa che bisogna agganciare subito Analytics all’ecommerce, al momento della messa online del sito su dominio definitivo, per non perdersi nemmeno un giorno di traffico.

Analisi fonti ecommerce: acquisizione.

Il traffico online ha una provenienza e nel caso del tuo ecommerce è importante individuale i canali che ne generano di più perchè evidentemente lì si trova il tuo target. Capire se la maggior parte delle visite al sito del tuo Shop proviene dai social, da una landing page o dal blog è importante per strutturare un piano di comunicazione che punti proprio su quelle fonti.

Per fare un esempio, se dagli articoli dei tuoi blog proviene la quota principale di traffico alla pagina Shop, vuol dire che i contenuti che stai veicolando convincono a tal punto da portare gli utenti a dare uno sguardo al tuo catalogo prodotti. Potrebbe quindi valere la pena investire su questo canale e tenerlo in forte considerazione anche nel calendario editoriale social.

La tab “Acquisizione” su Google Analytics serve proprio a questo: ti offre una panoramica delle fonti di traffico, ad esempio:

  • diretto, ovvero coloro che digitano direttamente sul browser il nome del tuo ecommerce.
  • social, ovvero gli utenti che dai social media hanno cliccato su un link che li ha portati sul tuo ecommerce.
  • organic search, quanti, dopo una ricerca su Google, hanno trovan il tuo ecommerce (non digitando per forza il tuo nome ma anche una qualsiasi parola chiave a te legata).

Di ciascun canale hai sia il numero di utenti che, in un determinato periodo che puoi personalizzare, hanno navigato il tuo ecommerce, sia la percentuale.

La tab Acquisizione a sua volta ti consente di avere dati e informazioni sia generiche (Panoramica) sia specifiche e collegate anche:

  • Google Ads, nel caso avessi delle campagne in corso troverai tutte le informazioni relative agli annunci, al loro rendimento, quantità, costo e così via.
  • Search Console, collega i dati con questo strumento se lo hai agganciato al tuo ecommerce, utile per ottimizzare il traffico organico.
  • Social, puoi monitorare l'interazione degli utenti con i tuoi contenuti on-site e off-site e ricondurre tutto alle tue entrate finali tramite obiettivi e conversioni.
  • Campagne, puoi eseguire il calcolo relativo al rendimento delle campagne attive.

Solitamente questo è il punto di partenza di un’analisi dati ecommerce.

Analisi clienti ecommerce: pubblico.

Definita la provenienza del tuo traffico, devi sapere di chi si tratta. La tab “Pubblico” ti aiuta a capire se le buyer personas che hai stilato in fase di pianificazione del tuo ecommerce sono corrette e/o se i tuoi prodotti/servizi stanno attirando l’attenzione di uno o più pubblici imprevisti.

Così come per Acquisizione, la tab Pubblico ti dà delle prime informazioni generiche sui visitatori indicandoti:

  • se si tratta di new visitors o returning visitors, quindi di visitatori che per la prima volta hanno visitato le tue pagine (indice del successo di attività che stanno portando nuovo traffico) o di visitatori che lo hanno fatto più di una volta (indice della fidelizzazione).
  • sessioni, ovvero quante interazioni ci sono state con il tuo sito web.
  • pagine/sessione, cioè quante pagine per sessione sono state visitate (media).
  • visualizzazioni di pagina, il numero totale di pagine visualizzate.
  • durata sessione media.
  • frequenza di rimbalzo, ovvero la percentuale di sessioni di una sola pagina con cui non ci sono state interazioni.

Del pubblico è possibile avere tantissime informazioni, come lingua, paese e città, ma anche indicazione di quale browser e sistema operativo viene usato per accedere al tuo ecommerce, addirittura qual è la risoluzione dello schermo maggiormente usata dal tuo pubblico. 

Tutti i dati ricavabili dalla tab Pubblico ti aiutano sia a strutturare la tua comunicazione ma anche a pensare (o ripensare) alla user experience del tuo store online!

Analisi azioni ecommerce: comportamento.

Definita provenienza del traffico e caratteristiche del pubblico, arriva uno step cruciale per l’analisi dati ecommerce: il comportamento degli utenti. La tab “Comportamento” è fondamentale per qualsiasi sito web ma soprattutto per un ecommerce in quanto indica cosa fanno le persone sulle tue pagine.

In particolare, a parte i dati relativi al tempo speso su ogni singola pagina e le visualizzazioni (uniche e totali) in questa è interessante il report di flusso, un rapporto che mira a dare una panoramica sulla navigazione dell’utente attraverso le diverse pagine. Letto da sinistra verso destra, puoi vedere le interazioni successive con i tuoi contenuti.

Sul report “Flusso di comportamento” si parte dalla dimensione principale, un nodo di colore bianco da cui dipendono tutte le altre informazioni presentate. Potrebbe trattarsi della pagina di destinazione, della campagna o del paese o di (quasi) qualunque altra dimensione presente in Google Analytics. Muovendoti verso destra trovi i nodi relativi alle pagine con la prima la pagina vista dall’utente nel suo percorso e a seguire tutte le interazioni successive. Il colore di questi nodi pagina è verde.

Tra i diversi nodi sono presenti linee più o meno marcate, ovvero le connessioni che permettono di identificare il percorso seguito dagli utenti pagina dopo pagina. Lo spessore delle linee cambia in base al volume di traffico che si sposta tra i due nodi. Infine ogni nodo presenta un indicatore di colore rosso relativo alle uscite degli utenti che hanno abbandonato la navigazione arrivate a una specifica interazione.

Questo flusso è fondamentale per capire gli utenti da quale pagina partono, quali pagine visualizzano e in che ordine e soprattutto in quali pagine gli utenti abbandonano il sito.

Analisi acquisti ecommerce: conversioni.

La tab "Conversioni" segnala le attività completate, online o offline, importante per il successo della tua attività. Ad esempio, una registrazione completata alla tua newsletter (una conversione all’obiettivo) oppure un acquisto (una transazione, a volte chiamata conversione e-commerce).

Una volta impostati gli obiettivi, infatti, puoi monitorare il loro raggiungimento. Esempi di obiettivi sono:

  • Pagine di ringraziamento per la registrazione.
  • Conferme itinerari di volo.
  • Pagina "Download completato".

Il rapporto ecommerce in particolare offre dati sulle transazioni, quali vendite di prodotti, importi di acquisto e località di fatturazione. Con il monitoraggio ecommerce puoi capire meglio il valore del tuo business digitale segmentando e analizzando i dati, per scoprire le relazioni tra campagne di marketing, coinvolgimento degli utenti e transazioni.

Integrazione Analytics con CRM ecommerce.

Se stai usando un CRM come Hubspot è importante integrare i dati di traffico con questo strumento, per svolgere analisi ancora più precise e puntuali. In Hubspot, ad esempio, puoi integrare il contenuto del tuo sito web e blog con Google Analytics aggiungendo il tuo ID di monitoraggio di Google Analytics nelle tue impostazioni. 

Questa possibilità è garantita anche se gli sviluppatori del tuo ecommerce hanno personalizzato il tuo script di Google Analytics, o se vuoi aggiungere il monitoraggio di Google Analytics solo ad una pagina o blog specifico: basta aggiungere il tuo codice di monitoraggio di Google Analytics all'intestazione HTML del sito per le tue pagine o blog.

Opportunamente valorizzata con l'ID del CRM o con la mail del cliente, una dimensione personalizzata ti permette di poter usufruire di numerosi vantaggi dall'unione di altre fonti esterne, o anche nei rapporti personalizzati. 

In particolare è possibile intercettare la mail quando un utente:

  • si iscrive alla newsletter.
  • effettua un acquisto.
  • inizia una conversazione tramite live chat o chatbot.
  • quando effettua il login o la registrazione.

Sia in fase di lancio che a sito per vendere online attivo, è importante analizzare costantemente i dati di traffico sull’ecommerce, perchè sono un approccio data driven può guidare gli sforzi di marketing e gli sviluppi del business.

Lascia tu il primo commento al nostro articolo