You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.

Quanto tempo ci vuole per vendere online?

quanto tempo ci vuole per vendere online

In quanto tempo guadagnerò dal mio ecommerce?

Quanto tempo ci vuole per vendere online?

Quanto devo aspettare?

Se stai cercando risposta a queste domande, cerchiamo di darti delle risposte concrete in questo articolo. Con una premessa: occorre lavorare sodo per avere risultati il prima possibile!

I tempi di crescita di un e-commerce dipendono dagli obiettivi prefissati e dal budget a disposizione.

Ci sono ecommerce che realizzano utili in pochissimo tempo, sostenute da situazioni favorevoli come periodi in cui la domanda per un particolare bene o servizio è particolarmente elevata. Al contrario, ci sono store online che dopo anni ancora non riescono a raggiungere gli obiettivi di business definiti in fase di business plan con un Ecommerce Manager.

🎯Clicca qui se vuoi prima leggere: Ecommerce Manager: cos'è e cosa fa

Non ci sono trucchi o scappatoie e nemmeno situazioni fortuite in cui sperare, c'è solo da definire una strategia chiara e adatta al singolo progetto di business. Per questo motivo non bisogna avvalersi di servizi standardizzati perchè non ci sarà mai una strategia valida per tutti. 

Tuttavia è naturale chiedersi quanto tempo ci vuole per vendere online e la risposta ha sì a che vedere con il budget ma non solo. Certo è necessario avere definito a monte gli obiettivi di business, che comprendono sì le vendita ma anche la brand reputation, quindi l’awareness e altri obiettivi collegati indirettamente alle vendite.

New call-to-action

Obiettivi ecommerce sul medio - lungo termine.

Solitamente si dice che ogni progetto imprenditoriale deve essere pianificato almeno a 36 mesi ma in generale possiamo dire che è necessario del tempo per crescere e consolidarsi. Tuttavia gli investimenti resi possibili dal web possono dare un'importante accelerata anche ai brand nuovi ma è necessario investire in modo oculato per raggiungere obiettivi sul medio e lungo termine.

Infatti avviare un’impresa richiede impegno, almeno 3-5 anni, arco temporale entro il quale puoi vedere i primi risultati dei tuoi sforzi. Devi pensare ed agire sul lungo termine, definendo nel mezzo obiettivi di breve. 

Prima di vendere, devi fissare due obiettivi di breve termine che sono: 

  1. Portare traffico e visite al sito.
  2. Raccogliere e gestire i dati di clienti e visitatori.

Portare traffico sul sito è il primo obiettivo di un ecommerce che vuole vendere. Ci sono diversi modi per farlo:

  • investendo in campagne Google Ads.
  • usando Facebook Ads per veicolare traffico e persone verso il sito, sfruttando le sponsorizzazioni dirette, il remarketing, la propria pagina o gruppi creati appositamente per attirare persone e spingerle a visitare il sito.
  • usando la newsletter creata raccogliendo i dati dei visitatori di passaggio o dati raccolti in altro modo, ad esempio ad eventi fisici o promuovendo il sito su riviste di settore.
  • usando i social media per intercettare l'interesse delle persone e spingerle verso il tuo sito di vendita online.
  • partecipando ad eventi live per intercettare il pubblico da portare online sul sito.

Questi sono solo alcuni esempi, le fonti di traffico per il tuo sito di commercio elettronico possono essere tantissime, vanno scelte e inserite nella tua strategia di marketing per raggiungere l'obiettivo di portare un pubblico realmente interessato a comprare quello che offri.

Una volta raccolto il traffico, devi gestirlo. Il database contatti è importantissimo e un secondo obiettivo di business, che può partire anche in parallelo alla generazione del traffico, consiste nel portare a casa il maggior numero di informazioni sugli utenti. 

Ti serve quindi un sistema tecnico che intercetti le persone che visitano il tuo sito web, anche coloro che non comprano. Puoi accelerare questo processo e raggiungere prima questo obiettivo con la lead generation e il lead magnet, che sia un buono per il primo acquisto, una guida o qualsiasi cosa di imperdibile e irrinunciabile.

Ovviamente ti serve anche una piattaforma in grado di gestire tutti questi dati che raccogli, può essere un tool di newsletter oppure un CRM specifico collegato al tuo sito ecommerce. Una volta che hai tutti questi dati devi usarli, ma ricordati che non sono dati tutti uguali.

La profilazione del database è molto importante perchè ti aiuta a raggiungere prima gli obiettivi di lungo termine che invece hanno a che fare proprio con le vendite.

Pianificare obiettivi realistici in Business Plan.

Se è vero che è l’ambizione a guidare gli audaci, è anche vero che per evitare catastrofici insuccessi devi pensare in modo realistico ai tuoi obiettivi di business. La chiave per l’esecuzione di qualsiasi business di successo è proprio quella di impostare le giuste aspettative e il giusto livello di impegno. 

Nel primo anno di qualsiasi business online solitamente non si registrano posizionamenti significativi sui motori di ricerca, a meno che non si investa in modo importante sul traffico a pagamento di Google Ads. Se hai budget puoi pianificare di essere in prima pagina in 6 mesi, se non ne hai i mesi diventeranno molti di più, almeno 12 (ma è una previsione decisamente ottimistica).

Inoltre inizialmente non avrai una grande base di clienti e il tuo brand non sarà molto conosciuto. Persino il passaparola richiede il suo tempo. Per incentivarlo, anche in questo caso devi investire sulla tua reputation come azienda individuando i canali giusti (social, SEO, sito web, blog, affiliazioni etc). 

Tuttavia non basta il budget, servono anche le competenze per gestire le attività che portano al raggiungimento di obiettivi chiari e precisi. Per questo motivo è consigliabile coinvolgere un Ecommerce Manager che, a seconda del budget a disposizione, è in grado di individuare le soluzioni più remunerative a parità di costo.

Evitare le tentazioni a breve termine.

Se stai per avviare un ecommerce per realizzare utili nel giro di un mese allora non dovresti aprirlo. Se hai intenzione di impegnarti in un business da tre a cinque anni, allora puoi proseguire con il tuo progetto, facendo in modo che il tuo modello di business abbia un potenziale a lungo termine.

Attenzione quindi alle scorciatoie che promettono di fare soldi veloci a breve termine. Le uniche casistiche in cui questo è possibile sono due:

  • facendo investimenti in campagne decisamente alti e superiori a quelli che fanno i tuoi competitor (così da posizionarti meglio di loro).
  • operando in una situazione di oligopolio di un prodotto/servizio richiesto da moltissimi utenti (sei l’unico ad averlo).

Ma anche in questi casi, non è detto che le vendite arrivino subito. C'è sempre una percentuale di rischio: nel primo caso potresti non aver ottimizzato al meglio la campagna (puoi sbagliare le parole chiave o il target), nel secondo caso potresti sbagliare la comunicazione.

Quindi, va bene definire degli obiettivi a breve termine che siano realistici ma devi scartare le soluzioni magiche e miracolose che ti promettono successi immediati. Pensiamo ai bot che acquistano followers sui social: se il tuo obiettivo è aumentare la tua fanbase, questa scorciatoia è sbagliata. I fan che acquisterai sicuramente non saranno nemmeno in target, quindi avrai sì un canale con un numero di follower importante ma non rilevante per vendere.

Conclusioni.

Il tempo richiesto per vendere online cambia da ecommerce a ecommerce, persino realtà con lo stesso budget possono registrare vendite molto diverse. A fare la differenza è come vengono svolti i compiti di un Ecommerce Manager che sia in grado di strutturare piani strategici e operativi in un percorso di crescita sulla base degli obiettivi fissati nel tempo.

Inizia a vendere online

Lascia tu il primo commento al nostro articolo