You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.

Analisi tecnica ecommerce

analisi tecnica ecommerce

Hai bisogno di fare un’analisi tecnica ecommerce?

Vuoi aprire il tuo negozio online ma non sai cosa ci vuole?

Piattaforma, estensioni, SEO, user experience… Scopri quali sono le valutazioni tecniche che devi fare per aprire il tuo ecommerce!

Fare un ecommerce richiede tempo e competenze precise, identificabili in un’analisi tecnica del sito web.

Se devi realizzare un ecommerce non è detto che una piattaforma perfetta per un tuo competitor lo sia anche per te. Ogni progetto è a sè stante e potrebbe richiedere una precisa piattaforma di sviluppo quindi specifiche integrazioni.

🎯Vuoi saperne di più? Strategia ecommerce

Ogni progetto di business ha esigenze diverse che richiedono tecnicismi diversi. Per questo non bisogna mai sottovalutare l’analisi tecnica ecommerce, che comprende anche (ma non solo) la scelta della piattaforma di sviluppo dell’ecommerce.

Infatti non si esaurisce il tutto con la scelta di un CMS: tecnicamente c’è molto altro da fare. Vediamo tutto ciò che bisogna considerare per la creazione di un ecommerce.

 

Valutazioni sul progetto di vendita online.

Come abbiamo anticipato, a seconda del progetto di vendita e delle linee guida definite in fase di business plan, si prendono le decisioni tecniche relative al sito web.

Bisogna quindi seguire tutte le caratteristiche che hai previsto di implementare nel tuo store online perchè, a seconda della mole di integrazioni, della quantità di prodotti e delle interazioni previste, dovrai scegliere una piattaforma, delle estensioni, fare un’analisi aziendale SEO tecnica e studiare attentamente la user experience.

Si struttura quindi un elenco di funzionalità, da valutare inizialmente nel loro complesso per capire, insieme all’Ecommerce Manager, quale potrebbe essere la piattaforma giusta per avere un output desiderato.

Se ad esempio hai scelto Prestashop, accanto ad ogni funzionalità devi inserire, insieme a chi si occuperà di realizzare l’ecommerce, il nome del modulo che prevede di farlo. 

Hai previsto di inserire un chatbot per l'assistenza clienti? Assegna a questa funzionalità il Modulo ChatBot Widget Integration (ma puoi sceglierne di diversi nello store Prestashop).

Accanto ad ogni modulo inserisci il suo costo, così da avere alla fine anche un file che ti dà idea dell'investimento necessario.

Ricordati di considerare però anche la SEO tecnica, quindi dovrai individuare quali sono gli interventi necessari sul codice del sito e sui contenuti (anche in questo caso potrebbero essere utili dei moduli).

Infine, ricorda di fare una valutazione della user experience, quindi di come ogni pagina dovrebbe funzionare per offrire l’esperienza migliore per l’utente.

 

La scelta della piattaforma di sviluppo: Prestashop.

La scelta della piattaforma di sviluppo del tuo ecommerce è fondamentale, perchè da qui partono tutte le integrazioni e di fatto le caratteristiche che avrà il tuo store.

Non ci sono piattaforme migliori di altre, ma ognuna ha livelli di difficoltà, budget e potenzialità diverse. 

Sicuramente devi valutare chi si occuperà della gestione del tuo negozio online, quindi se sarà un’agenzia specializzata in Prestashop, ad esempio, oppure un freelance skillato su Wordpress. É molto importante prendere in considerazione questo aspetto.

In Hostinato siamo agenzia certificata Prestashop, un CMS ideale per sviluppare ecommerce per piccoli rivenditori ma anche tecnicamente pronto per ecommerce avanzati con funzionalità personalizzate. Questa sua versatilità è il motivo principale per cui lo consigliamo.

Se ad esempio hai già un ecommerce che reputi di difficile gestione, puoi richiedere una migrazione in Prestashop senza perdere i tuoi dati. In più puoi aggiungere funzionalità con i moduli dello store.

Prestashop ti garantisce uno shop mobile first con moltissime grafiche oppure una personalizzazione a 360° di ogni pagina. Ma non solo, con Prestashop potrai:

  • creare promozioni per aumentare le vendite in modo semplice ed intuitivo. 
  • accedere a dettagliate statistiche di vendita.
  • valutare il customer journey dei tuoi clienti.
  • sincronizzare tutti i tuoi prodotti sui principali Marketplace.

E molto altro!

 

Estensioni, plugin e moduli ecommerce.

A rendere un ecommerce diverso da un’altro non è la piattaforma scelta ma il sapiente utilizzo delle estensioni che la piattaforma rendere possibile. I CMS open source come Prestashop o Wordpress si basano proprio sul principio delle integrazioni.

Nel caso di Prestashop si chiamano “moduli” e sono dei “pezzi” che puoi aggiungere allo store. Nello store ufficiale sono disponibili migliaia di moduli, divisi per obiettivo. La scelta del modulo giusto per il tuo ecommerce la deve fare un Ecommerce Manager.

Il motivo per cui devi coinvolgere un esperto della piattaforma è dato dal fatto che potresti sottostimare o sovrastimare un modulo fermandoti alla sua descrizione all’interno dello store.

Non considerare solo il prezzo: spesso moduli economici consentono di aggiungere features con potenzialità di tutto rispetto e al contrario moduli più cari potrebbero non essere necessari per le tue esigenze.

Ma non solo: anche i temi, che definiscono il layout dell’ecommerce, possono essere cambiati a seconda di quelli a disposizione nello store oppure è possibile customizzare completamente l’aspetto delle pagine.

Infatti PrestaShop, dato che è un costruttore di siti open source, dà accesso completo al codice utilizzato per costruire il tuo sito web. Tu o i tuoi sviluppatori / designer potete approfondire il codice come volete per personalizzare l'aspetto e il funzionamento del sito.

 

Analisi SEO tecnica.

In questa fase è molto importante considerare anche tutti gli interventi di SEO tecnica che servono al tuo ecommerce perchè abbia ottime prestazioni.

La SEO tecnica infatti è necessaria per migliorare l’ottimizzazione e verificare che i motori di ricerca possano eseguire la corretta scansione e indicizzazione del tuo sito e-commerce.

La SEO per E-Commerce serve proprio a guadagnare visibilità sui motori di ricerca e ad intercettare traffico organico pertinente e interessato ai prodotti che vendi. Questo è possibile solo se si interviene su ogni pagina.

Su cosa bisogna intervenire nello specifico?

  • Architettura e tassonomie.
  • Pagine di categoria e schede prodotto.
  • Struttura delle URL.
  • Gestione dei prodotti non più presenti nel catalogo.
  • Sviluppo del modello guida per l’inserimento dei microdati.
  • Web performance.

Alcuni tra gli errori più frequenti fatti da chi non tiene in considerazioni l'aspetto dell'ottimizzazione sono:

  • Pagine duplicate e Tag Title duplicati.
  • Usare le descrizioni dei produttori.
  • Descrizione prodotto assenti.
  • Assenza di recensioni.
  • Non ottimizzare i prodotti sulla base delle ricerche degli utenti.
  • URL non ottimizzati.

Inutile dire che questo processo va seguito da un esperto, che sia un tecnico fortemente orientato alla SEO.

 

User experience ecommerce.

A metà strada tra tecnica e creatività si trova la user experience, che raccoglie quegli interventi volti a rendere l’esperienza utente (di navigazione e di acquisto) il più fluida possibile.

Richiede una forte componente tecnica perchè coinvolge direttamente chi disegna quindi sviluppa ogni pagina anche se a monte c’è un lavoro quasi da neuromarketing.

La user experience comincia molto presto nella fase iniziale di strutturazione della sitemap del sito web. Devi valutare quali saranno i prodotti da mettere in vendita e le categorie merceologiche di interesse cui dovranno corrispondere i nomi delle sezioni. 

Allo stesso modo, devi prestare attenzione a creare l'alberatura del sito, ovvero l’organizzazione gerarchica dei contenuti. L’utente cerca chiarezza e semplicità: la struttura di un sito web deve essere ordinata e logica.

Quindi bisogna studiare quali saranno le call to action, quali saranno i collegamenti interni e il posizionamento di anchor text e bottoni. L’apertura può essere nella stessa finestra, per i collegamenti interni, mentre per i collegamenti esterni meglio impostare sempre New Window così da non perdere traffico.

Infine anche la velocità del sito web rende un ecommerce ottimizzato e maggiormente fruibile. Su questo aspetto si può intervenire prima di tutto scegliendo un hosting adeguato che garantisca buone prestazioni e poi intervenendo su:

  • riduzione delle le chiamate HTTP.
  • compressione abilitata.
  • memorizzazione della cache nel browser.
  • priorità al contenuto above the fold.
  • ottimizzazione dei file multimediali. 
  • utilizzo di un sistema di cache e un CDN.

Ancora una volta, ad occuparsi di tutti questi aspetti ci pensa un Ecommerce Manager che insieme al tecnico che realizzerà l’ecommerce si accerta del raggiungimento del miglior risultato possibile.

Inizia a vendere online

Lascia tu il primo commento al nostro articolo