You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.

Vantaggi degli OKR per ecommerce

vantaggi degli okr

Conosci i vantaggi degli OKR?

Vorresti usare questa metodologia ma non sei ancora convinto?

Si tratta di una delle metodologie organizzative più diffuse tra le aziende per una serie di vantaggi chiave precisi. Vediamo i principali!

Guarda e/o ascolta il nostro Blog Post

 

La metodologia OKR apporta diversi vantaggi al business, anche nel caso di un e-commerce.

Chi più di un’azienda che ha uno store online ha bisogno di monitorare i risultati della propria strategia? Gli OKR permettono proprio di avere uno strumento per l'allineamento sugli obiettivi e sui risultati da raggiungere. I vantaggi degli OKR sono molti e il vero fattore di successo di questo metodo.

🎯Migliora la tua strategia di vendita con un OKR ecommerce: come gestire obiettivi e risultati

Gli OKR consentono un ciclo di definizione di obiettivi più rapido, grazie ai key results. Il modello dei OKR è funzionale a tracciare una strada, puntando un obiettivo che è sempre più grande.

Un’azienda può avere vantaggi interni incedibili, che vanno dall’aumento dell’efficienza alla capacità di avere sotto controllo ogni azione intrapresa. Vediamo nel dettaglio quali sono.

Migliora la collaborazione e il coinvolgimento.

Se hai un team che lavora con te, la metodologia OKR migliora la collaborazione e il coinvolgimento, perchè può essere lo strumento alla base di un valido lavoro di squadra, che fa sentire ogni individuo coinvolto responsabile per il raggiungimento degli obiettivi.

Gli obiettivi aziendali vengono dall’alto, ma ognuno poi è libero di scegliere il modo in cui quell’obiettivo va raggiunto. Questo facilita il focus sul WHY e su un processo di delega reale da parte dei manager dell’azienda. Se l’obiettivo è chiaro e misurabile ci sarà meno bisogno di entrare nel merito di “come le cose vanno fatte”. A te deve interessare soltanto che gli obiettivi vengano raggiunti.

Questo processo Top-Down + Bottom Up lascia la libertà di scegliere il come raggiungere gli obiettivi ma la direzione è una. Tu e il tuo team sapete esattamente quali sono le priorità. 

Con questo metodo le persone vengono messe nella condizione di auto gestirsi il quotidiano e le scelte strategiche nel medio periodo. Questo le responsabilizza e le coinvolge attivamente. Per ottenere coinvolgimento devi dare fiducia alle persone e lasciarle lavorare. Questo avviene con la responsabilizzazione, appunto.

Gli OKR funzionano solamente quando le persone sono responsabilizzate e libere di prendere le proprie decisioni. Devi fidarti delle persone che ti stanno intorno, se non fosse così, il problema è un altro e non sicuramente degli OKR.


Controllo costante delle azioni.

Il focus sugli obiettivi chiave, quelli piccoli, suddivisi su un breve periodo di tempo (trimestre) revisionabili regolarmente, consentono di avere sotto controllo in ogni momento le singole azioni intraprese, per capire se sono in linea i key results.

Tutte le persone e tutti i reparti sono allineati verso un’unica direzione. Non è una sola persona a inseguire un obiettivo, diverso di persona in persona. Le forze sono allineate e pongono l’attenzione sui macro-obiettivi. La visione generale si rifletterà sugli obiettivi individuali, rendendo più efficace possibile il lavoro quotidiano.

Lavorare sugli obiettivi e avere degli indicatori di performance da monitorare consente di sapere sempre a che punto sei nell’avanzamento dei lavori, massimizzando l’efficienza.


Semplifica e migliora il processo di delega.

La cosa che tanti manager non capiscono è che l’unico modo per gestire team ampi, in organizzazioni complesse, e che crescono velocemente, è semplicemente che non siano loro a prendere tutte le decisioni. Quando le responsabilità aumentano insieme alla pressione, tenderai ad aumentare il controllo focalizzandoti sul HOW più che sul WHY. Da lì inizia una spirale che nella migliore delle ipotesi ti porta a lavorare molto e diminuire i risultati.

Il motivo principale per cui si tende a concentrarsi sul come fare le cose piuttosto che sul perchè è proprio perchè non si ha un sistema chiaro di misurazione dei risultati quindi tutto è lasciato all’opinione personale, all’interpretazione e nella peggiore delle ipotesi a costosi processi.

Il processo bottom-up unito alla misurazione risolve questo problema: sono le risorse del team a scegliere il modo in cui raggiungono l’obiettivo che il manager ha dato loro. La loro scelta verrà misurata da un numero (Key Results). Non c’è spazio per interpretazioni, negoziazioni, opinioni. E’ tutto molto più semplice e le persone hanno lo spazio per crescere. 

Ogni componente del team interno si muove quindi entro determinati confini che danno un'idea chiara di cosa possono ma soprattutto non devono fare. Quando ti trovi in organizzazioni che crescono velocemente l’ambiguità è sempre dietro l’angolo e l’ambiguità non produce mai niente di buono.


Strategia chiara da seguire.

Definendo gli obiettivi in modo chiaro e concreto, sai esattamente come impostare la tua strategia, avrai una strada da seguire senza lasciare spazio all'improvvisazione, ma solo alla misurazione costante dei numeri. Gli obiettivi, i risultati e la loro misurazione devono essere visibili a chiunque all’interno dell’azienda. 

Incentivando l’indipendenza del singolo, che sarà “autonomo” nella scelta dei propri obiettivi e nella propria organizzazione, l’organizzazione stessa dei lavori sarà molto più efficace. Non si rischia infatti di stabilire dall’alto flussi di lavoro poco attuabili o fuori contesto. Anche a livello di tempo, i project manager faranno molta meno fatica in fase di pianificazione, non dovendo assegnare dei compiti specifici ad ogni persona.

Non c’è spazio per interpretazioni, i risultati sono oggettivi, la somma dei risultati deve dare il conseguimento dell’obiettivo. Trovarsi nella situazione di dover “stabilire senza dati” se un’attività sia stata completata con successo o decidere se un obiettivo sia stato raggiunto non è saggio, è troppo soggettivo e lascia spazio all’interpretazione.

Conclusioni

Integrare gli OKR in azienda ti apre ad una serie di vantaggi, che riguardano principalmente la gestione dei tuoi obiettivi e la cooperazione nel team. Il coinvolgimento di ogni elemento del team è ai massimi livelli, con gli OKR tutti si sentono parte di un grande obiettivo da raggiungere e ciascuno è più motivato all’interno del processo e porterà avanti sia gli obiettivi individuali, sia quelli collettivi. 

Inoltre lavorare sugli obiettivi e avere degli indicatori di performance da monitorare consente di sapere sempre a che punto se nell’avanzamento dei lavori, massimizzando l’efficienza. Infine, tutti sanno quali sono gli obiettivi e come misurarli.

Inizia a vendere online

Lascia tu il primo commento al nostro articolo