You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.

Esempi di lead magnet nel settore elettronica

Hai un e-commerce di elettronica e vorresti fare lead generation?
Vuoi incrementare i contatti con il tuo brand tramite un’attività di marketing automation ma non sai come impostarla?
Usare la lead generation nel caso in cui tu abbia uno store online di elettronica può essere molto utile a sostenere altre attività di promozione del tuo brand. Ci vuole però la giusta strategia e devi scegliere correttamente il tuo lead magnet. Scopri da dove cominciare in questo articolo.

Le vendite di elettronica sono sempre più online: offri un lead magnet per aumentare le tue

Tra i prodotti più acquistati online, quelli del settore elettronica trainano gli e-commerce, insieme al settore della moda. L’80% degli acquirenti digitali italiani effettua, in media, almeno un acquisto online al mese. Secondo un'indagine condotta da idealo, portale internazionale di comparazione prezzi, i prodotti più acquistati in rete dagli italiani appartengono proprio all'elettronica (74,9%). Questo dimostra che non si tratta di un’attività sporadica ma di un vero e proprio comportamento abituale di consumo.

🎯Clicca qui se vuoi prima leggere: Lead Generation tutto quello che serve

Gli e-commerce di elettronica online però devono fare i conti con una concorrenza spietata, capitanata prima di tutto dai colossi internazionali del calibro di Amazon o eBay, seguiti dagli store come MediaWorld o Euronics. Di conseguenza, è necessario affidarsi ad una strategia che colpisca il proprio target comunicando contenuti interessanti al punto da convertire un lead in cliente. Tutto questo è possibile con la lead generation che sfrutta un lead magnet.

New call-to-action

Come vendere un prodotto omologato e disponibile altrove

Come accennato, la prima problematica di un e-commerce di elettronica è il catalogo prodotti. Si tratta infatti di prodotti che si trovano ovunque sul web, è un settore che raramente consente di avere esclusive speciali e quindi il tutto si trasforma in una battaglia di prezzo alla ricerca della promozione più bassa che è possibile attivare. Ma non deve essere per forza questa l’unica strategia possibile: grazie alla lead generation infatti puoi impostare dei meccanismi che ti permettano di distinguerti dagli altri, ovviamente non rispetto al prodotto in sè ma rispetto a:

  • valori e credenze, che sono le stesse del tuo target
  • comunicazione originale, unica ed empatica
  • servizio di alto livello con consegna e supporto clienti, resi e rimborsi

Devi quindi puntare non sul prodotto, ma sul servizio. Questo ti consente di differenziarti in un contesto in cui gli smartphone rappresentano prodotti omologati, uguali ovunque e in qualsiasi negozio, ma a fare la differenza dovrà essere il modo in cui il tuo e-commerce si approccia all’utente.

Facciamo un esempio: se vendi elettrodomestici di piccole dimensioni per la cucina, puoi impostare una campagna di lead generation sui social ironica e divertente, usando l’elettrodomestico per raccontare una storia di vita di tutti i giorni (non per forza positiva: un ragazzo che fa partire un frullatore senza tappo, ad esempio, o una ragazza che brucia un toast nel tostapane). In questo modo ti distingui dagli altri, gli utenti sono incuriositi e potrebbero diventare clienti per via dell'immedesimazione che sarai in grado di trasmettere loro.

Usare le landing page per veicolare un contenuto interessante

La landing page è una pagina in cui chiedi ad un utente di compilare un form in cambio di un benefit. Dal momento che la semplice richiesta di preventivo non ha tassi di conversione significativi (perchè a questo pensa la pagina Contatti del sito web aziendale) devi offrire al tuo utente qualcosa di reale e concreto che lo convinca a lasciare i suoi dati.

Se hai un negozio di elettronica online questo non vuol dire che devi per forza regalare uno smartphone, ma potresti offrire una piccola percentuale di sconto su un prodotto specifico che vuoi vendere in un particolare periodo dell’anno. Tu rinuncerai sicuramente a parte del margine, ma potrai contare su una quantità maggiore di lead che potranno usare quello sconto per esaurire il prodotto a magazzino.

Il lead magnet è proprio questo: una calamita per il contatto che consiste in un vantaggio che viene offerto in cambio di un indirizzo email o un numero di telefono (o entrambi). Cosa farsene con questi contatti? Devi memorizzarli nel tuo database e impostare delle campagne mail che coltivino questa relazione affinchè questi contatti interagiscano con il tuo portale di vendite online più volte nel tempo (accertandoti però che nella landing page diano tutti i consensi utili affinchè tu possa contattarli in futuro).

Se quindi hai un modello di smartphone che è stato appena superato da uno nuovo e hai necessità di vendere i lotti rimasti in magazzino, crea una landing page dove comunichi il bello di essere ancora “vecchio stile”, crea un’immagine collettiva del cliente tipo che non è interessato ad un ultimo modello e racconta il suo punto di vista. Incrocerai in questo modo degli utenti che capiranno la tua narrazione e, se offri loro uno sconto, probabilmente troveranno conveniente acquistare quel modello.

Fare lead generation sui social

Sui social network si muove una percentuale vastissima di potenziali acquirenti di prodotti di elettronica online. Per questo motivo i brand investono in campagne Ads a pagamento, in modo da incrociarli nel momento giusto. Anche in questo caso, però, sono sempre di più gli e-commerce che sfruttano i cookie di navigazione per impostare campagne che vengono visualizzate da pubblici specifici o simili sulla base della propria navigazione.

Sui social devi quindi emergere rispetto agli altri impostando delle Facebook Lead Ads ad esempio a partire da un contenuto attraente ed esclusivo. Fare lead generation sui social però non vuol dire sfruttare il potere delle campagne a pagamento per portare traffico su una landing separata: il processo di navigazione dell’utente è molto più fluido se la lead generation viene fatta direttamente sul social in questione. Pertanto devi impostare delle campagne ad obiettivo incremento dei contatti creando dei Moduli interni in modo che l’utente possa:

  • rimanere sul social network per tutta la durata dell’azione
  • percepire una linearità nella navigazione che non lo distrarrà nè gli darà fastidio
  • continuare a navigare sul proprio account a dati inviati

Solo in questo modo puoi aumentare le probabilità che la tua campagna che spinge un prodotto di elettronica (o una categoria specifica) generi contatti significativi.

Organizzare webinar per gli appassionati

Ma se non vuoi puntare sullo sconto o la promozione dedicata, come puoi attrarre potenziali clienti dei tuoi prodotti di elettronica? Offrendo conoscenza! L’alternativa ad un codice sconto, nel caso di una lead generation per il settore elettronica, è un documento o un webinar di approfondimento, curiosità, aggiornamento su un brand o una categoria di prodotto.

Ecco un esempio banale: hai negozio di elettronica che vende principalmente tablet e pc. Vuoi spingere la prima categoria. Vuoi aumentare il traffico al tuo sito web senza fare al momento una promozione dedicata. Cosa potresti fare:

  • crea un canale Youtube dove ogni settimana pubblichi un video nel tuo negozio (se ce l’hai) o in uno studio in cui parli di un brand specifico di tablet e delle caratteristiche degli ultimi modelli
  • crea una landing page in cui inviti all’iscrizione alla newsletter per ricevere novità in merito al mondo dei tablet offrendo, in cambio dei dati, un documento di paragone tra i principali modelli di tablet in circolazione
  • dopo aver inviato il documento per email a chi ne ha fatto richiesta, pianifica delle newsletter settimanali con link al nuovo video Youtube, link al tuo e-commerce di elettronica sezione “tablet” e link ai tuoi social

In questo modo non venderai subito, ma ti farai un nome tra gli appassionati di tecnologia, ai quali potrai chiedere di interagire con te e il tuo e-commerce e che potrai coltivare nel tempo per trasformarli da spettatori a lead fino a clienti.

Conclusioni

Come lead magnet nel settore elettronica puoi offrire un classico codice sconto, una promozione, un documento o l’accesso a un contenuto esclusivo o specifico ma devi sempre prestare attenzione a dare valore a queste “calamite”. Tra gli e-commerce di elettronica si consuma ogni giorno una guerra dei prezzi che abbatte sempre più i margini.

Non devi entrare in questa battaglia ma puntare sulla narrazione: coinvolgi il target raccontando delle storie in modo empatico e fai sì che si identifichino con te e i valori del tuo brand. Solo in questo modo il tuo target si convincerà di aver trovato un e-commerce di elettronica che valga la pena di visitare e in seguito utilizzare per i propri acquisti.

Se sei un distributore o importatore di prodotti per l'elettronica e vuoi attivare un ecommerce b2b abbiamo la soluzione giusta per te.

Inizia a vendere online

 

Lascia tu il primo commento al nostro articolo