You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.

Differenza landing page e Homepage

Differenza landing page e Homepage

Qual è la differenza tra Landing page e Homepage?

Quando serve una pagina e quando una Homepage?

La landing e un sito web hanno obiettivi diversi ma possono essere creati entrambi per sostenere il tuo progetto di ecommerce. Ecco come!

Le fasi dell'Inbound Marketing sono 4 e ti consentono di ottenere risultati in modo studiato e non improvvisato.

Una landing page è una pagina unica, con navigazione, appunto, in pagina e un chiaro obiettivo  di conversione. Una Homepage è la prima pagina di un sito più strutturato con un suo menu e una sitemap. Possono sembrare soluzioni alternative, ma non lo sono, anzi: sono strumenti che puoi usare in parallelo nella tua strategia di vendita online.

🎯A cosa mi serve una Landing page Ecommerce?

Landing page e Homepage si inseriscono infatti in una strategia sia prima che durante la messa online del tuo store online. Una pagina singola è utile prima per fare database building, brand awareness e validare la tua idea e dopo, a ecommerce online, per spingere campagne specifiche.


Landing page per ecommerce: quando serve.

Gli obiettivi di Landing page e Homepage sono diversi: una landing page è finalizzata ad una conversione, se mirata alla raccolta contatti è chiamata Squeeze page, se invece ad un acquisto singolo è una Sales Page.

Una landing page è diversa da una Homepage perché:

  • Ha una navigazione onepage,

  • Ha contenuti che possono essere particolarmente lunghi perchè devono condensare in una sola pagina concetti che in una Homepage sono solo accennati,

  • Ha molti più richiami alla call to action che spesso è la richiesta di contatto quindi è presente un link al form di contatto.

La landing quindi è utile per:

  • Validare la tua idea di business,

  • Fare lead generation di raccolta contatti prima della messa online dell’ecommerce,

  • Fare campagne Google mirate su uno specifico prodotto in promozione o in offerta.

Scegli di usare una Landing Page quando i tuoi obiettivi sono raggiungibili se ben espressi il una singola pagina. 


Fase teaser: landing page per ecommerce.

In una prima fase di teaser, quindi in anticipo rispetto alla messa online del tuo  ecommerce, è utile pubblicare una landing page temporanea all’indirizzo della futura Homepage, questo ti consentirà di:

  • Posizionare già la futura Homepage,

  • Fare brand awareness sul dominio che sarà il definitivo.

In una fase teaser, la landing page deve presentare il tuo prodotto o servizio, usando il tono di voce che sarà il tuo su tutti i canali (ecommerce compreso). Se si tratta di un singolo prodotto/servizio, il contenuto dovrà essere focalizzato sui benefici che può offrire, nel caso in cui invece (come avviene più di frequente) ne venderai diversi, dovrai presentare il “brand ecommerce”.

Facciamo un esempio: se hai intenzione di aprire un ecommerce di creme per il viso antiage naturali e senza profumo, che chiamerai “Creme viso Natura”, la tua landing dovrà focalizzarsi su cosa si troverà su Creme viso Natura, qual è il processo di selezione dei brand che saranno presenti al suo interno, per chi sono indicate e quali sono i tuoi valori.

A prescindere dal tipo di offerta (monoprodotto, più prodotti o multimarca), ci sono altri elementi che non devi dimenticare in questa fase di teaser che sfrutta una landing page:

  • Recensioni: qualcuno che ha avuto a che fare con i tuoi prodotti, magari in negozio e che ha lasciato una recensione sui social (non ne hai? Chiedile subito!),

  • Offerta lancio: questa ti permette di attirare l’attenzione su un ecommerce che ancora non conosce nessuno,

  • Iscrizione alla newsletter: in questo modo potrai costruire un primo database di utenti interessati al tuo futuro ecommerce (ma dai qualcosa in regalo).

Validazione idea di business con una landing page.

Quando ancora stai cercando di capire se la tua idea può avere margini di successo, non ti serve avviare un ecommerce online. Probabilmente stai cercando di capire se il mercato è pronto per il tuo prodotto o il tuo servizio.

Proprio per questo motivo, puoi realizzare una landing page adeguatamente tracciata per studiare la risposta del target quindi di conseguenza validare la tua idea. Una landing page costa molto meno di un ecommerce, quindi ti permette di ottimizzare i primi investimenti.

Le statistiche che puoi ricavare da una landing page di presentazione della tua idea ti dicono molto sulle sue potenzialità:

  • la tipologia di traffico ti dà un’idea delle buyer personas,

  • la quantità di traffico ti offre una panoramica dell’efficacia dei tuoi contenuti,

  • la provenienza del traffico ti concede una prima idea dei canali che potrebbe essere utile presidiare (su cui investire).

Se quindi non hai ancora certezza che la tua idea sia utile e abbia margini di successo, con un investimento più ridotto su una landing page e su campagne Google per spingerla, ottieni dei primi feedback interessantiche ti aiuteranno a capirlo.

 

Homepage ecommerce: quando serve.

La Homepage ecommerce serve quando hai uno store online avviato. La sola pagina Shop non basta, perchè nella Home si condensano le informazioni sul portale (cos'è, cosa offre, in cosa crede, cosa c’è dietro). Insomma, è la prima vetrina del tuo store.

La Home serve quindi per: 

  • Presentare il tuo store,

  • Dare spazio alle promozioni del momento,

  • Pubblicare gli ultimi prodotti inseriti in catalogo.

Si tratta della pagina di destinazione delle prime campagne Google per fare brand awareness, cioè per destinare il traffico di coloro che non conoscono ancora il tuo brand su una pagina riassuntiva di chi sei e cosa offri.

 

Ecommerce definitivo con un sito completo.

Dopo una prima fase di teaser, sei pronto per andare online con il tuo ecommerce completo di Homepage di presentazione. Uno store online è per natura molto diverso da una landing page, per i motivi che abbiamo visto in precedenza.

Un ecommerce definitivo va online su un indirizzo su cui o era presente la landing page di teaser oppure su una url con un messaggio di Coming Soon prima della messa online. 

Il menu di navigazione si espande, prevede una pagina Shop e singole pagine prodotto, filtri di navigazione e tutto il processo di checkout con gateway di pagamento correttamente impostati.

Non ci sono collegamenti con eventuali landing page perchè il traffico di queste ultime deve provenire da canali specifici come campagne Google Ads.

 

Menu ecommerce con catalogo completo.

La principale differenza tra landing page e homepage per commerce è il menu di navigazione. Se crei una landing page le voci del menu porteranno ai blocchi della pagina stessa, come ancore in pagina. Eventualmente una freccia sempre a disposizione in pagina riporterà sempre in alto.

In un ecommerce definitivo con una Homepage invece il menu apre altre pagine interne e previste nella sitemap, quindi non sono ancore in pagina ma collegamenti interni al sito (solitamente non in New Window, si aprono nella stessa finestra).

Il menu ecommerce è un importante elemento di ottimizzazione del traffico perchè interviene sull'usabilità di un ecommerce, quindi sul tempo di permanenza degli utenti. Questo è valido anche per una landing page, perchè, soprattutto se i blocchi interni sono tanti, l’utente ha bisogno di una mappa per essere guidato all'interno.

Nel caso di uno store online occorre fare SEO menu ecommerce intervenendo cioè sulla sua architettura, la sitemap e i collegamenti.

Lascia tu il primo commento al nostro articolo