You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.

Blog per e-commerce: come usarlo nella strategia di comunicazione

blog per commerce in strategia di comunicazione

Hai intenzione di aprire un blog per il tuo e-commerce ma non sai da dove cominciare?

Sai come funziona un e-commerce blog e come usarlo per vendere?

Strutturare un calendario editoriale che preveda l’uscita di articoli che parlano, seppure indirettamente, dei tuoi prodotti o servizi ti permette di essere presente online aldilà del tuo e-commerce. Scopri come fare link building, scrivere articoli online e sfruttare un blog per vendere.

Il blog è un efficace strumento di comunicazione che puoi sfruttare per offrire contenuti interessanti quindi vendere i tuoi prodotti

 

Aprire un blog per un e-commerce può rivelarsi una scelta strategica perchè diventa uno strumento di comunicazione molto importante. Tuttavia richiede impegno, tempo e competenze, per sapere come scrivere articoli online finalizzati a generare traffico sull’e-commerce. 

Bisogna prima definire gli argomenti su cui puoi dare il tuo contributo, che riguardino ovviamente i tuoi prodotti o servizi senza però scrivere articoli online che siano promozionali: devi offrire dei contenuti interessanti che dimostrino la validità del tuo blog.

Clicca qui se vuoi prima leggere: Blog ecommerce: come usarlo al meglio

Un blog tuttavia necessita di pianificazione e mai improvvisazione. Bisogna definire un calendario di pubblicazioni, in modo da pianificare con anticipo le uscite. Ci vuole costanza, che non significa pubblicare tanto, ma con frequenza.

Perchè un e-commerce dovrebbe avere un blog

Un blog per un e-commerce consente di mettere in pratica una strategia di inbound marketing perchè ne rappresenta una delle sue massime espressioni. Su un blog gli utenti atterrano perchè convinti da quanto anticipato sui motori di ricerca e leggono il contenuto se presenta le informazioni che cercavano. A quel punto possono compiere diverse azioni tra cui:


  • visitare una pagina prodotto o un’altra pagina
  • acquistare un prodotto inserendolo direttamente in carrello
  • visitare le pagine social del brand

Di conseguenza viene attratto e inserito in un processo spontaneo di conversione.

🎯Clicca qui se vuoi prima leggere: Inbound marketing ecommerce come attrarre clienti con il blog

Il contenuto è il vero cuore dell’inbound marketing: dando contenuti affidabili, che risolvono problemi o dubbi, si fidelizzano le persone.

Il calendario editoriale

Il calendario editoriale di un blog è un piano mensile o trimestrale dove vengono appuntati i titoli, le date di uscita, l’indice, le call to action e quanti più dettagli possibili relativamente agli articoli che usciranno di mese in mese. Rappresenta uno strumento fondamentale per un lavoro professionale di business blogging.

Nel blog di un e-commerce ecco i campi che non devono mancare in un calendario editoriale:


  • data di uscita: definisci una frequenza costante di pubblicazione
  • argomento: riporta l’argomento che verrà trattato dal testo e sceglilo tra quelli che hanno a che fare con i tuoi prodotti o servizi
  • parola chiave principale: per quale parola (coppia di parole in genere) vuoi indicizzare l’articolo? Fai delle analisi SEO per individuare quelle corrette
  • titolo: inserisci la parola chiave principale al suo interno e completalo in modo che sia di appeal
  • call to action: che link verranno inseriti all’interno e alla fine dell’articolo? 
  • obiettivo: qual è l'obiettivo dell’articolo? Brand awareness, clic, acquisti?

Nel compilare questo calendario, coinvolgi chi si occuperà della loro stesura e pubblicazione. Ci vogliono copywriter che conoscano le logiche della lettura online e sappiano come incrociare la SEO con l’interesse degli utenti.

Contenuti per un blog di e-commerce

Un blog rappresenta un mezzo importante per fare comunicazione online e per un e-commerce rappresenta un’opportunità di veicolare del traffico sulle pagine prodotto a patto di convincere prima di utenti della validità della propria offerta.

 

Infatti, non si tratta di creare una pagina interna con articoli che parlino in modo esplicito e promozionale dei tuoi prodotti o servizi. Puoi prevedere un contenuto simile ogni tanto ma l’efficacia di un blog si misura nella qualità delle informazioni che puoi dare.

Devi quindi definire a monte quali saranno gli argomenti di cui parlerai, con quale tono e con quale obiettivo. 

Ad esempio, hai un e-commerce di prodotti per animali? Validi argomenti potrebbero essere:


  • toelettatura
  • cibo 
  • animali e bambini

All’interno di ciascun argomento puoi individuare microargomenti che definiscono il tuo articolo:


  • toelettatura cani / toelettatura gatti
  • cibo per intolleranze specifiche
  • scegliere un cane affidabile per i bambini

Infine, all’interno di ogni articolo, devi inserire uno o più link ai tuoi prodotti, creando delle grafiche suggestive oppure destinando dei piccoli paragrafi di spiegazione dei plus di specifici prodotti per quel tema.

Clicca qui se vuoi prima leggere: Aprire un negozio per animali online

Portare traffico agli articoli del blog

Una volta definito il calendario e avviata la scrittura degli articoli, devi ragionare a come portare traffico al tuo blog. Le letture e le visite non cadranno dal cielo se non prevedi di sponsorizzare i tuoi contenuti in qualche modo.

Innanzitutto tutti gli articoli che pubblicherai dovrai condividerli sui tuoi canali social, prevedere un feed con le ultime news nella homepage del tuo e-commerce e avvisare gli iscritti alla tua newsletter della presenza di un nuovo articolo. In questo modo crei più possibilità di attrarre traffico.

In seconda battuta puoi prevedere di investire in Ads social o su Google per spingere un articolo più importante di un altro, un testo cioè o più completo (una guida ad esempio) oppure uno che centra un prodotto o una categoria di prodotto particolarmente importanti per te. 

Gli investimenti in campagne, in particolare, possono essere anche non molto alti e puoi pensare di dividere il budget su più articoli.

Link building

I motori di ricerca posizionano in alto i siti che hanno tanto traffico. Questo puoi attirarlo, come abbiamo visto, condividendo gli articoli su una molteplicità di canali e investendo in Ads, ma c’è un altro modo per farlo: il link building.

Si tratta di un’attività che ogni blog dovrebbe mettere in conto di fare e consiste nell’individuare dei portali esterni di settore che siamo disposti a pubblicare degli articoli che rimandino al tuo blog. Nello specifico, questi portali dovrebbero trattare tematiche che coinvolgono i tuoi prodotti o servizi e inserire in un nuovo articolo un link su alcune parole chiave dove non si fa chiaro riferimento al tuo e-commerce che rimandi ad un articolo del tuo blog.

In questo modo puoi sfruttare parte del traffico di questo sito terzo per farlo atterrare sul tuo blog. Va da sè che quanto è più importante il sito in questione tante più saranno le possibilità che il traffico effettivamente aumenti sul tuo blog. Senza contare che Google dà rilevanza a questi collegamenti solo se fatti con siti con un buon traffico.

Potresti inserire nella tua strategia di blog un articolo di link building a settimana oppure, se diventa troppo costoso (molti di questi siti richiedono un pagamento a fronte della pubblicazione) oppure oneroso (la tua moneta di scambio potrebbe essere un articolo che scrivi in prima persona ma questo vuol dire lavoro in più) puoi anche farlo una volta al mese. Basta che ci sia continuità.

Conclusioni

Aprire un blog per un e-commerce può essere una scelta valida per inserire nella propria strategia di comunicazione una leva in più che spinga alle conversioni. Il primo obiettivo di un blog per un e-commerce, tuttavia, non sono le vendite perchè, almeno all’inizio, non sarà molto conosciuto (a meno che il tuo brand sia già così forte che la pubblicazione di un blog scatena visite immediate). 

Il blog si apre prima di tutto per farsi conoscere, quindi per applicare l’inbound marketing e attrarre naturalmente traffico interessato che può trasformarsi in clientela.

Lascia tu il primo commento al nostro articolo