header-error

Cos'è l'inbound marketing e perché farlo sul tuo e-commerce

Inbound-Marketing2

Inbound marketing, lead generation, contenuti, blog...

Nuove strategie di marketing sono nate e si stanno diffondendo nel mondo del commercio online. 

Ma di che cosa si tratta esattamente? 

Questo articolo offre una panoramica dell’inbound marketing, come procedere per la sua messa a punto e gli effetti previsti.

COME L'INBOUND MARKETING FA AUMENTARE IL FATTURATO DEL TUO E-COMMERCE

Cos'è l'inbound marketing?

Con il termine inbound marketing si indica una strategia di marketing nata dalla combinazione di metodologie e strumenti informatici. L’inbound marketing fa sì che siano direttamente i possibili clienti di un’azienda a trovare in modo “naturale” il marchio a cui decidono di affidare la soddisfazione del proprio bisogno. Se la strategia viene implementata nel modo giusto, l’inbound marketing diventa un vero e proprio bene aziendale.

Ma quali sono le motivazioni che hanno reso questo tipo di marketing un argomento caldo?

Un decennio fa, era più facile aumentare le vendite investendo parte del budget aziendale nella pubblicità tradizionale e in Internet. Oggi invece, il mondo è pieno di informazioni, si è passati da un'era guidata dalle aziende a un'era guidata dai consumatori. Abbiamo assistito al nascente fenomeno della mancata risposta alla pubblicità e alla promozione da parte dei consumatori. Il mondo del business si è trovato un nuovo “problema sociale” da affrontare: se non sei in grado di fare pubblicità in modo efficace, non sarai in grado di vendere.

Il consumatore moderno è attivo, in continuo movimento e il tradizionale outbound marketing come pubblicità, eventi, seminari e telemarketing sono un'attività che "bloccano" la vita delle persone.

Da recenti studi si è infatti appurato che fatta 100 la quantità di informazioni distribuite a scopo di pubblicità e promozione da parte delle aziende, dai consumatori ne vengono recepite e riconosciute appena la metà!

L'essenza dell’inbound marketing invece, asseconda le caratteristiche del consumatore moderno mirando a soddisfare la "ricerca naturale" di prodotti e servizi. Attraverso i motori di ricerca e i social media, la “diffusione strategica” di landing page, post e blog, si induce l'utente a seguire un viaggio “mirato” verso le aziende. Ecco perché un’ottima strategia di inbound marketing conferisce al marchio una grande forza.

Come funziona l'inbound marketing?

Dovendo spiegare semplicisticamente come funziona l’inbound marketing potremmo dire che mentre l’inbound marketing mira a convincere i clienti a trovare i loro contenuti, l’outbound marketing si riferisce a un metodo di marketing push-type in cui le aziende vendono direttamente ai clienti.

Per cominciare l’inbound marketing consente di spendere saggiamente il budget di marketing rispetto all’outbound marketing. Le aziende devono dunque rivedere radicalmente il modo in cui fanno pubblicità ai consumatori.

Se hai più denaro che saggezza, ti consiglio l’outbound marketing. Se hai più saggezza che denaro, ti consiglio il l’inbound marketing” - Guy Kawasaki (chief CANVA, ex chief Apple)

Indipendentemente dalle dimensioni dell'azienda, l’inbound marketing è da quattro a dieci volte più efficace per un -commerce. Inoltre, è ampiamente apprezzato dal consumatore finale.

Ecco dunque gli effetti di una strategia di inbound marketing che funziona:

  • Incremento di visite sull'e-commerce
  • Acquisizione di nuovi clienti già interessati al prodotto o servizio
  • Visualizzazione e monitoraggio delle attività di marketing
  • Comprensione del comportamento di acquisto delle persone

Come salvatore di questa era, l’inbound marketing sta attualmente attirando molta attenzione. Questo stile di marketing enfatizza la forma in cui le persone che potrebbero diventare potenziali clienti, in cui possono trovare i loro prodotti e servizi. Diametralmente opposto all’outbound marketing fatto di vendite dirette porta a porta, direct mail, telemarketing e pubblicità, l’inbound marketing è un meccanismo che inevitabilmente si basa sul  negozio online. I consumatori sono stanchi di ricevere informazioni (pubblicità/promozioni) che non desiderano. Vogliono la libertà d’indagare da soli. Il consumatore moderno vuole selezionare prodotti e servizi eccellenti con i propri occhi e pensare di selezionarli consapevolmente.

Strategia di successo dell’inbound marketing

Perché funziona così bene? Una strategia di inbound marketing di successo pone le sue basi su quattro capisaldi fondamentali:

  • Le Buyer Personas. I clienti ideali, rappresentano il target corretto. Definire il profilo esatto dei tuoi clienti tipo ti aiuterà a rivolgere le tue comunicazioni in maniera corretta ed efficace.

  • Il Customer Journey. Il percorso del cliente, il modo in cui le persone diventano clienti. Definendolo, potrai ottenere una profonda comprensione del comportamento, degli interessi e delle problematiche degli utenti target e sarà possibile promuovere in modo efficiente la personalizzazione del messaggio.

  • Il Content Marketing ovvero il contenuto, il cuore dell’inbound marketing. Fornire contenuti affidabili e che risolvono le sfide e gli interessi delle persone, contribuirà a fidelizzarle.. Oltre a post e blog, veicola contenuti attraverso e-book, materiali di presentazione, video, infografiche e molto altro.

  • Un sito specializzato in inbound marketing. A differenza dei siti web aziendali comuni, i siti web specializzati nell’inbound marketing hanno una struttura che si concentra lead generation e sulla crescita di lead. Pertanto, i visitatori personalizzati sono convinti del contenuto ottimale e guidati verso passaggi obbligati calcolati psicologicamente. Ciò richiede un sito web con un buon design e un potente CMS.

  • Analisi avanzata dell'e-commerce. È necessario diagnosticare e migliorare ogni elemento dell'e-commerce. Possiamo dire di aver messo a punto una strategia di successo quando si verificano due fattori, "aumento di afflusso" e "aumento del tasso di conversione". Pertanto, testare e comprendere la situazione in tempo reale è essenziale per l’inbound marketing.

Assistiamo di fatto a un vero e proprio spostamento digitale nel comportamento di acquisto. I consumatori non vogliono ricevere informazioni unilateralmente come avviene con la TV, ma vogliono cercare consapevolmente fonti di informazione su siti Internet, social media, riviste di posta elettronica, ecc. È proprio qui che si colloca la necessità da parte delle aziende di affidarsi all’ elaborazione strategica di un'agenzia specializzata in Inbound Marketing.

Perché usare l'inbound marketing

Alla luce di quanto emerso nei paragrafi precedenti il comportamento dei consumatori è cambiato pertanto anche il modo di fare marketing delle aziende deve cambiare. Le aziende devono lasciare scegliere gli utenti, ma se non sei tu azienda, la scelta di questo utente, avrai perso un'opportunità di guadagno.

In questo momento diventa basilare per le aziende essere in grado di crearsi un’opportunità per interessare il “potenziale cliente” al proprio prodotto/servizio. Una volta che il potenziale cliente è stato individuato e le informazioni da fornire sono state opportunamente selezionate, le informazioni saranno divulgate come contenuti sul sito Web aziendale e supporti social di proprietà per attirare visitatori.

In altre parole, è necessario preparare le informazioni di cui gli utenti hanno bisogno. Saper fare in modo che i potenziali clienti target possano trovare il tuo negozio online. Se riesci a fornire le giuste informazioni e contenuti utili, gli utenti passeranno dalla ricerca al passo successivo che porta all'acquisto.

Il punto è fornire informazioni che saranno di interesse per gli utenti che sono collegati a potenziali clienti sul mercato. Allo stesso tempo, è necessario continuare a fornire contenuti in modo continuo.

Seguendo questa logica ha preso forma l’inbound marketing che diventa strumento aziendale necessario.

Da dove inizia una buona strategia di inbound marketing?

Il modo più semplice per iniziare il l’inbound marketing, è quello di sviluppare il content marketing. Entrambi sono concetti vicini e sono spesso considerati sinonimi. Ma che cos'è il content marketing? È un metodo di marketing che fornisce informazioni utili, i contenuti appunto, a consumatori interessati a prodotti e servizi che in questo modo vengono “accompagnati” all'acquisto.

Se il contenuto che i consumatori ricercano può essere pubblicato sul sito, sarà possibile attirare i clienti senza la necessità d’inviare direct mail, carta pubblicitaria o addirittura vendere porta a porta.

In questo contesto, l'importanza del contenuto ha iniziato a essere rivista e di conseguenza, ha iniziato a muoversi una grande tendenza chiamata content marketing.

Il content marketing è un metodo dell’inbound marketing. L’inbound marketing e il content marketing hanno una comprensione più profonda dei loro concetti individuali, anche se la tendenza nel gergo è quella di uniformarne i significati, ognuno ha un significato unico.

Se l’inbound marketing rappresenta qualcosa come un'idea, un concetto o una strategia, il content marketing è invece un aspetto di dell’inbound marketing che utilizza contenuti per connettere prodotti e servizi agli acquisti.

Il termine content marketing non è emerso di recente ma esiste da più di 10 anni come concetto di marketing in Europa e negli Stati Uniti. Sono stati due i fattori principali che hanno portato alla ribalta il content marketing:

  • Il rapido aumento dell'utilizzo dello smartphone
  • La sempre più avanzata tecnologia delle applicazioni

Con l'avvento degli smartphone il comportamento dei consumatori si è diversificato. Tutti i tipi di contenuti come video, notizie e politica possono essere goduti attraverso un unico dispositivo. Ma avviene anche il contrario, la gente comune può facilmente trasmettere informazioni al mondo intero! Viviamo nell'era in cui è difficile ricevere informazioni anche se pubblicizzate.

Si guadagna davvero con l'inbound marketing?

E quali sono le prospettive delle aziende che scelgono di avvalersi di questo strumento e perché investire nell'inbound? 

Dal rapporto sul ROI (ritorno sugli investimenti) pubblicato in collaborazione con HubSpot e il Massachusetts Institute of Technology (MIT) è emerso non solo un quadro completo del successo dei clienti, ma ora è chiaro come il l’inbound marketing stia influenzando le aziende di tutto il mondo.

Le cifre citate si basano sui dati raccolti da 236 professionisti di spicco in tema di strategia di marketing, su un campione di 5.048 clienti HubSpot. Da questi dati è emerso che il 93% delle aziende che investono nell’inbound marketing aumenta il numero di potenziali clienti. L'85% delle aziende è riuscita ad aumentare il traffico entro 7 mesi. Il 42,2% delle aziende è riuscito ad aumentare il tasso di conversione da potenziali clienti a clienti.

Il blog aziendale è risultato in assoluto il modo più efficace per aumentare il traffico canalizzando i potenziali clienti, e una buona SEO il secondo. Anche le tecniche della landing page, call-to-action, ecc hanno dimostrato la loro efficacia.

Metodologie e strumenti per la pratica dell’inbound marketing

La filosofia dell’inbound marketing ha identificato metodologie e strumenti di cui dovrebbero dotarsi le aziende che intendono praticare l’inbound marketing e il cui uso e applicazione è imprescindibile.

  • Suscitare Interesse

L’inbound marketing inizia con l'attrazione degli interessi degli utenti risolvendo potenziali problemi. In questa fase, il cliente non conosce l'esistenza del tuo marchio. È importante dunque aumentare l'afflusso al tuo e-commerce, fornendo contenuti che risolvano i problemi e soddisfino gli interessi.

Il modo per farlo è dotarsi di un sito pensato e costruito per l’inbound marketing, un blog efficace, una SEO studiata e i social media. Gli strumenti a supporto sono il CMS, i messaggi social e una buona analisi delle parole chiave

  • Convertire

Converti una visita al tuo sito in un lead. Quando un potenziale cliente approda sul tuo negozio, dai un suggerimento che i visitatori troveranno utile in cambio di informazioni personali. Le informazioni acquisite sono informazioni importanti e aprono la strada a un futuro cliente.

Il modo per farlo è puntare alla lead generation, offrire contenuti e ottimizzare le conversioni. Gli strumenti, una call to action (invito all'azione) intelligente, una landing page d’effetto, la gestione dei lead organizzata.

  • Converti in cliente

Trasformare il visitatore in un cliente. Una volta che hai guadagnato un vantaggio, agisci tempestivamente per aumentare la volontà del tuo potenziale cliente di acquistare. Praticamente come “chiudere un contratto” quando la motivazione del cliente è massimizzata.

Il modo per farlo è sfruttare l’automazione del marketing, l’e-mail marketing, Gli strumenti, una piattaforma di e-mail marketing e un buon flusso di lavoro CRM.

  • Soddisfare

Lasciare il cliente soddisfatto e trasformarlo in promotore. La soddisfazione del cliente non è raggiunta nel momento in cui viene portata a termine la vendita. È necessario mantenere la relazione instaurata e coltivarla in modo da indurre il cliente a ripetere l’esperienza d’acquisto e promuovere il tuo negozio attraverso recensioni positive e perché no, passaparola su blog, social, etc.. 

E tu, utilizzi già una strategia inbound sul tuo e-commerce? 

Lasciaci i tuoi suggerimenti o se hai bisogno di aiuto per implementare la tua strategia di Inbound Marketing e capire come farti trovare dai tuoi potenziali clienti target, contattaci allo 0331.567390 oppure scrivici via email. 

Crea la tua strategia di inbound marketing